X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
 
Conservazione della biodiversità ed Ecologia delle acque interne: approfondimenti
Insegnamento: Conservazione della biodiversità ed Ecologia delle acque interne A.A. -1/
Docenti: Dott. Fulvio Cerfolli , Dott.ssa Roberta Cimmaruta
CFU: 9
Programma
   ECOLOGIA DELLE ACQUE INTERNE (prof. Fulvio Cerfolli; CFU:3 )
Analisi fine delle interazioni trofiche: determinazione dei legami trofici nelle comunità acquatiche. I controlli "top down" e "bottom up". Il modello a cascata: effetti determinati da ingressione ed estinzione locale di specie. Le reti trofiche: dalla Teoria delle reti trofiche alla network analysis. Connettanza, connettività, forza media d'interazione, stabilità, resilienza e resistenza. Relazione Complessità-Stabilità. Analisi delle matrici binarie e numeriche di comunità. I sistemi donor-controllati. La catena alimentare del detrito. Disegni sperimentali per lo studio delle risposte a livello funzionale delle comunità degli ambienti acquatici. Aspetti strutturali e funzionali degli ecosistemi acquatici. Interventi di biomanipolazione negli ambienti acquatici: biomanipolazione delle catene alimentari; Introduzione e rimozione di specie aliene. Gli effetti della biomanipolazione. Analisi degli input aloctoni ed autoctoni di detrito organico negli ambienti acquatici. Biodiversità e teoria dell'informazione.
Gli ambienti di transizione come laboratori ecosistemici.
   CONSERVAZIONE DELLA BIODIVERSITÀ (prof. Roberta Cimmaruta; CFU:6 )
NATURA, RISORSE, BIODIVERSITA': definizioni, considerazioni generali, obiettivi e scopi della conservazione. Problematiche globali che minacciano la biodiversità, Quartetto malvagio.

BIODIVERSITA' A LIVELLO DI POPOLAZIONI
Diversità a livello genetico
Cenni di genetica di popolazioni
(variabilità genetica, flusso genico, inincrocio ed esoincrocio, deriva genetica)
Perdita di variabilità genetica e problemi di conservazione
(dimensione effettiva della popolazione, depressione da inincrocio ed esoincrocio, collo di bottiglia, ipotesi della “Regina Rossa”, erosione genetica)
Diversita' a livello demografico
Cenni di demografia e dinamica di popolazioni
(struttura per età, equazioni di accrescimento, sex ratio, fluttuazioni demografiche e ambientali)
Popolazione minima vitale (MVP)
Vortice di estinzione
Paradigmi delle piccole popolazioni e delle popolazioni in declino

BIODIVERSITA' A LIVELLO DI SPECIE
Il problema delle estinzioni
Specie minacciate: criteri di scelta e gestione
Liste rosse (IUCN)
Strategie di conservazione “in-situ” ed “ex-situ” (reintroduzioni, ripopolamenti, ecc.)
Gestione e conservazione degli stock di pesca

BIODIVERSITA' A LIVELLO DI COMUNITA'
Aree protette (design, gestione, scopi, problemi)
Legge quadro sulle aree protette 394/91
Direttiva “Habitat” 92/43/Cee - Rete Natura 2000
Reti ecologiche e corridoi biotici
ICZM (Gestione Integrata della Fascia Costiera)

Risultati di apprendimento
Le finalità del corso sono le seguenti:
Analisi dei sistemi donor-controllati
Determinazione dei legami trofici nelle reti alimentari acquatiche
Analisi degli effetti della biomanipolazione
Analisi degli effetti ecosistemici determinati da specie aliene
Allestimento sperimentazione e creazione disegni sperimentali in ambienti acquatici
Fondamenti di network analysis applicata all'ecologia degli ambienti acquatici

Il corso di "Conservazione della Biodiversità" è finalizzato all'apprendimento delle tecniche di analisi e quantificazione dei tre livelli in cui viene operativamente suddivisa la biodiversità (genetico-popolazionistico, specifico, ecosistemico) e delle metodologie di salvaguardia appropriate per ogni livello. Il credito di esercitazioni viene destinato alle tecniche di laboratorio più comunemente utilizzate per quantificare i livelli di diversità genetica ed all'utilizzo dei relativi programmi di elaborazione dei dati così ottenuti.
I risultati di apprendimento attesi sono quindi:
-- la conoscenza delle principali criticità di origine antropica che mettono in pericolo la biodiversità;
-- la conoscenza delle principali strategie di conservazione attuabili in relazione alle diverse minacce ambientali;
-- la conoscenza della legislazione nazionale ed europea in materia di aree protette.

Propedeuticita' obbligatorie

-----
Propedeuticita' consigliate

-----
Testi di riferimento
Ecologia delle acque interne. 2007. di: Galassi Silvana, Crosa Giuseppe, Bettinetti Roberta. Editore: CittàStudi
Aquatic Food Webs: an ecosystem approach, Belgrano A., Scharler U.M., Dunne J., Ulanowicz R.E. 2005, Oxford University Press.

“Conservazione della natura” di RB Primack e L Carotenuto Ed. Zanichelli

Si consiglia anche (anche se non più in stampa):
R. Massa & V. Ingegnoli “Biodiversità, Estinzione e Conservazione”. Ed. UTET

Si consiglia di fare riferimento al testo “Ecologia generale” (Bullini, Pignatti & Virzo De Santo, Ed. UTET) per le parti generali di genetica di popolazioni, demografia e dinamica, ecologia di comunità ed ecosistemica.

Buona parte degli esempi trattati per la conservazione della diversità a livello genetico (e molti altri ancora) sono tratti dal libro “Conservation genetics”, J.C. Avise & J.L. Hamrick (Editors), Chapman & Hall, Londra.

Modalita' di esame
Esame Orale
Commissione di Esame
D.ssa Roberta Cimmaruta (Presidente) Dr. Fulvio Cerfolli (componente) Prof. Giuseppe Nascetti (componente)
Informazioni didattiche
Frequenza:Frequenza facoltativa
Modalità didattica:   
Organizzazione della didattica :
  • Lezioni: 56 Ore
  • Esercitazione: 24 Ore
  • Laboratorio: 8 Ore

Orario Lezioni:
Lunedì 9-11
mercoledì 11-13

Inizio e fine lezioni:

Sede: Edificio: Blocco B; Aula: Aula 1; Indirizzo: Largo dell'Università, Viterbo
Attività:
Orari di ricevimento
Statistiche dei voti
A: 0% (voti 30 e Lode)
B: 0% (voti 28-30)
C: 0% (voti 26-27)
D: 0% (voti 21-25)
E: 0% (voti 18-20)
Informazioni aggiuntive
Curriculum del docente: Dott. Fulvio Cerfolli , Dott.ssa Roberta Cimmaruta

Questo insegnamento è presente in:

Clicca per stampare l'intera scheda dell'insegnamento

Prossime date di Esame
  • 21/02/2012 Conservazione della Biodiversità ed Ecologia delle Acque interne Esame Scaduto
  • 01/03/2012 Conservazione della bIodiversità ed Ecologia delle Acque interne Esame Scaduto
  • 14/06/2012 Esame Esame Scaduto
  • 26/06/2012 Esame Esame Scaduto
  • 19/07/2012 Esame Esame Scaduto
  • 11/09/2012 Esame Esame Scaduto
  • 04/10/2012 Esame Esame Scaduto
  • 22/11/2012 Esame Esame Scaduto
  • 22/01/2013 Esame Esame Scaduto
  • 26/02/2013 Esame Esame Scaduto
Copyright Università degli studi della Tuscia - Viterbo