X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
 

  • insegnamento Insegnamento: Agronomia montana prati e pascoli
  • Crediti: 6
  • Codice: 14229
  • Anno off. Formativa: 2013/2014
  • Corso di laurea: scienze forestali e ambientali (l-25) (dibaf)
  • Sett.Scient.: AGR/02
  • Docente: Enio  CAMPIGLIA
Programma
Agronomia Montana (3 CFU)
Definizione e obiettivi dell’agronomia. L’agro-ecosistema montano. L’ambiente climatico della montagna italiana. L’ambiente pedologico e le anomalie dei terreni di montagna. Le tecniche agronomiche per migliorare la fertilità dei suoli (Difesa e conservazione del suolo, Sistemazioni idraulico-agrarie, Lavorazioni del suolo, Concimazione, Irrigazione, Controllo della flora infestante). I sistemi agricoli montani (sistemi agrari, sistemi agroforestali). Ordinamenti colturali prevalenti nelle aree montane. L’itinerario tecnico. Cenni sulle colture erbacee utilizzate in montagna (frumento, patata, segale, lupino, ecc.). Agricoltura convenzionale, integrata e biologica.
Prati e Pascoli (3 CFU)
Classificazione, valutazione, gestione e miglioramento delle risorse foraggere naturali ed artificiali. Le colture foraggere negli avvicendamenti colturali (prati e pascoli artificiali). La produzione foraggera naturale (Il cotico erboso, pascoli alpini, pascoli appenninici, le funzioni extra produttive dei pascoli e la biodiversità). Utilizzazione e conservazione dei foraggi (cenni).
Testi consigliati
- Bonciarelli, Fondamenti di Agronomia Generale. Edagricole, Bologna (ultima ed.);
- Bonciarelli, Coltivazioni Erbacee di pieno campo. Edagricole, Bologna (ultima ed.)
- Giardini, Coltivazioni Erbacee, Patron Editore, Bologna
- Giardini, Agronomia Generale. Patron, Bologna (ultima edizione)

Materiale distribuito dal Docente durante il corso.
Propedeuticità
Frequenza
facoltativa
Metodologia didattica
Ore Lezioni: 40
Ore Laboratori: 8
Valutazione del profitto
Prova orale
Descrizione dei metodi di accertamento
Luogo lezioni
Aula 26 giovedì; aula 25 venerdì
Orari delle lezioni
II semestre - Giovedì e venerdì 9.00-11.00
Orari di ricevimento
Enio CAMPIGLIA:
Il docente riceve tutti i lunedì e venerdì dalle ore 8.00 alle ore 9.00 presso il suo studio
Prossime date di Esame
    Copyright Università degli studi della Tuscia - Viterbo