X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
 

  • insegnamento Insegnamento: Archeologia e topografia medievale
  • Crediti: 8
  • Codice: 15539
  • Anno off. Formativa: 2013/2014
  • Corso di laurea: archeologia e storia dell'arte. tutela e valorizzazione (lm-2) (disbec)
  • Sett.Scient.: L-ANT/08
  • Docente: Maria Elisabetta  DE MINICIS
Programma
METODOLOGIA DI INDAGINE TRA CITTA’ E TERRITORIO . ARCHEOLOGIA DELL’ARCHITETTURA, LA REALTA’ RUPESTRE IN ETA’ MEDIEVALE.
Testi consigliati
La bibliografia verr commentata dal docente durante il corso ed esposta nella bacheca davanti allo studio del docente(studio 6)

Verranno organizzati sopralluoghi obbligatori, la motivata impossibilit di partecipare ai sopralluoghi dovr essere comunicata al docente con adeguato anticipo. In tal caso verr concordato lo studio di testi aggiuntivi e l'elaborazione di una tesina individuale.

A.DUlizia, Larcheologia dellarchitettura in Italia. Sintesi di un bilancio degli studi, in
Archeologia dellArchitettura, X, 2005, pp. 9-41

A.Cagnana, Materiali da costruzione e cicli produttivi fra IX e X secolo, in P.Galetti ( a cura di),Edilizia residenziale tra IX e X secolo. Storia e archeologia, Firenze 2010, pp,171-198 .

E.De Minicis, Strutture murarie medievali: prime indagini sulledilizia civile di Roma, in AA.VV.,Archeologia del Medioevo a Roma ( a cura di L. Ermini Pani, E. De Minicis ) Taranto 1988, pp. 11-34.

E. De Minicis, Stratigrafia urbana e tecniche costruttive nellarea romana tra XII e XIV secolo, in Idem, Temi e metodi di archeologia medievale, Bonsignori Ed., Roma 1999, pp. 139-144

E. De Minicis, Gli spolia. Esempi di riutilizzo nelle tecniche costruttive (Roma e alto Lazio), in Daidalos, 9, Viterbo 2008, pp. 57-74

G.Bianchi, Miscelare la calce tra lavoro manuale e meccanico. Organizzazione del cantiere e possibili tematismi di ricerca, in Archeologia dellArchitettura, XVI, 2011, pp. 9-18

D. Andrews, Levoluzione della tecnica muraria nellalto Lazio, in Biblioteca e Societ, IV,
Viterbo, 1982, pp. 1-16

G.Romagnoli, Ferento e la Teverina viterbese. Insediamenti e dinamiche del popolamento tra il X e XIV secolo. In Daidalos, Supplementi 1, pagine sulle Strutture murarie di Ferento.

E.De Minicis, Tradizione e innovazione delle tecniche murarie duecentesche: riflessioni sul
bugnato federiciano, in Idem, Temi e metodi di archeologia medievale, Bonsignori Ed., Roma 1999, pp. 145-156
E. De Minicis, Insediamenti rupestri medievali della Tuscia,I. Le abitazioni, Roma 2003 (Museo della citt e del territorio, 17) , tutto il volume.

E.De Minicis, Metodi e strategie dindagine per lo studio degli insediamenti rupestri nel Lazio, in Atti del Convegno Nazionale di Studi su Insediamenti rupestri di et medievale: abitazioni e strutture produttive. Italia centrale e meridionale a cura di Elisabetta De Minicis, Grottaferrata 27- 29 ottobre 2005, (CISAM, Incontri di Studio,5) Spoleto 2008, pp.293-314

E. De Minicis, Lorganizzazione dello spazio nella mappatura dellabitato.Osservazioni su alcuni siti rupestri incastellati del Lazio, in Atti del II Convegno Nazionale di Studi Insediamenti rupestri di et medievale: lorganizzazione dello spazio nella mappatura dellabitato.Italia centrale e meridionale(Vasanello, 24-25 ottobre 2009), a cura di E. De Minicis (Museo della citt e del territorio, n.s., 1) Roma 2011, pp..

P. Dalmiglio, Le forme del trogloditismo demico alto medievale nel Lazio, in in Atti del Convegno Nazionale di Studi su Insediamenti rupestri di et medievale: abitazioni e strutture produttive. Italia centrale e meridionale a cura di Elisabetta De Minicis, Grottaferrata 27-29 ottobre 2005, (CISAM, Incontri di Studio,5) Spoleto 2008,Idem, pp.315-343 + tavole

V.Desiderio, La colombaia rupestre nel Lazio settentrionale: un esempio di attivit economicoproduttiva, in Idem, pp.481-528 + tavole


Propedeuticità
Frequenza
facoltativa
Metodologia didattica
Ore Lezioni: 60
Valutazione del profitto
Prova orale
esercitazioni
Descrizione dei metodi di accertamento
Interrogazione sui testi consigliati e valutazione di un testo scritto su elaborazioni di esercitazioni fatte sul campo
Luogo lezioni
Piazzale dell'Universit s.n.c. ex Facolt di Beni Culturali 9
Orari delle lezioni
INIZIO LEZIONI 15 OTTOBRE 2014 mercoled, gioved, veneRD ore 9-11 sempre aula 9
Orari di ricevimento
Maria Elisabetta DE MINICIS:
Ricevimento agli studenti: Mercoled dalle 10,30 alle 13
Prossime date di Esame
    Copyright Università degli studi della Tuscia - Viterbo