X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
 

Archeometria e scienza e tecnologia dei materiali

  • insegnamento Insegnamento: Archeometria e Scienza e tecnologia dei materiali
  • Crediti: 8
  • Codice: 16749
  • Anno off. Formativa: 2014/2015
  • Corso di laurea: conservazione e restauro dei beni culturali (lmr/02 abilitante ai sensi del d.lgs n.42/2004) (disbec)
  • Sett.Scient.: ING-IND/22
  • Docente: Ulderico  SANTAMARIA
Programma
Ricerca Scientifica ed Archeometria - Cross sections e microanalisi. Microscopia ottica ed elettronica.
Spettroscopia nel visibile. Spettroscopia nell’ultravioletto. Spettroscopia di emissione di fiamma. Spettroscopia di emissione a plasma. Spettroscopia di assorbimento atomico. Spettroscopia nell’infrarosso. Riflettografia infrarossa. Raggi X. Tecniche radiografiche. Diffrazione ai raggi X. Fluorescenza ai raggi X . Tecniche radiochimiche. Analisi per attivazione neutronica. Separazioni cromatografiche. Gas cromatografia. Analisi termiche. Metodi di datazione. Datazione dell’ossidiana.
Datazione al radiocarbonio. Metodi geofisici di datazione. Analisi isotopiche di provenienza marmi Racemizzazione degli amminoacidi. Termoluminescenza. Cenni di chimica inorganica: proprietà, periodicità, chimica degli elementi dei gruppi principali. Fornire le nozioni fondamentali di Mineralogia, Petrografia e Geologia per la conoscenza dei meccanismi di formazione delle principali specie mineralogiche e litotipi utilizzati come materiali pittorici e/o come materiali lapidei in monumenti ed opere d’arte e dei loro meccanismi e prodotti di degrado con particolare riferimento al patrimonio artistico e ai Beni Culturali . Sostanze amorfe e cristalline. Sostanze isotrope e anisotrope. Proprietà fisiche dei cristalli. Cristallochimica: Forze di legame nei cristalli, Raggio ionico,Numero e Poliedri di coordinazione, Regole di Pauling. Isomorfismo, Polimorfismo. Cristallografia: Cella elementare, reticolo cristallino, piani reticolari. Elementi di simmetria e Sistemi cristallini, Indici di Miller. Tecniche analitiche: Microscopia Ottica (OM): Doppia rifrazione, Rilievo, Pleocroismo, Minerali uniassici e biassici, Indicatrice ottica, Estinzione, Colori di interferenza. Microscopia a Scansione Elettronica + Microanalisi a Dispersione di Energia (SEM+EDS). Diffrattometria ai raggi X (XRD). Sistematica mineralogica: Silicati. Carbonati. Cenni su elementi nativi, Solfuri, Ossidi, Solfati, Fosfati. Costituzione generale del globo errestre. Cenni sulla Teoria della Tettonica a Zolle. Processi petrogenetici: Processo magmatico. Il magma: viscosità, temperatura, componente volatile. Cristallizzazione magmatica: Principio di reazione di Bowen. Classificazione rocce magmatiche. Processo sedimentario: degradazione, trasporto, deposizione, diagenesi. Rocce clastiche (arenarie, ruditi, lutiti) e non clastiche (calcari, vaporiti).Processo metamorfico: temperatura, pressione, fase fluida, meccanismi/reazionimetamorfiche, gradiente termico. Grado e facies metamorfici. Strutture metamorfiche: foliazione e lineazione. Tipi di metamorfismo: contatto,regionale, seppellimento. Riconoscimento macroscopico principali litotipi utilizzati come materiali lapidei (graniti, gabbri, andesiti, trachiti,basalti, dioriti, tufi, calcari, arenarie, brecce e conglomerati, marmi,scisti, gneiss). I materiali lapidei naturali. Proprietà fisiche, Impiego dei materiali lapidei. I leganti inorganici. La calce. La calce idraulica naturale. Il gesso. Il cemento. Gli intonaci (Preparazione, caratteristiche chimico-fisiche, applicazioni). Gli affreschi (tecniche di preparazione, pigmenti). I materiali ceramici. Materie prime (tecnologie di preparazione), Terrecotte, Ceramiche, Faenze. Pittura su tavola. Tecniche di preparazione del supporto, pigmenti, leganti. Pittura su tela. Tecniche di preparazione del supporto, pigmenti, leganti. I mosaici.
Testi consigliati
Dispense del docente.
M. Matteini, A. Moles, Scienza e restauro, Nardini Ed., Firenze 1993.
M. Matteini, A. Moles, La chimica nel restauro, Nardini Ed., Firenze 2001.
U. Leute, Archeometria, N.I.S. Roma 1993.
A. Castellano, M. Martini, E. Sibilia, Elementi di archeometria, Egea, Milano 2001.
MacKenzie, Guilford. "Atlante dei minerali costituenti le rocce in sezione sottile". Zanichelli, Bologna
1984.
A. Artigliato, U. Valdrè, "Microscopia elettronica a scansione e microanalisi", Parte I, Lo
Scarebeo, Bologna 1980
Propedeuticità
Chimica generale e inorganica
Frequenza
facoltativa
Metodologia didattica
Ore Lezioni: 60
Valutazione del profitto
Prova scritta
prova orale
esercitazioni
Descrizione dei metodi di accertamento
Compito scritto seguito da discussione anche sulle relazioni delle attività di laboratorio, tesina su un argomento del corso.
Luogo lezioni
DISBEC
Orari delle lezioni
INIZIO LEZIONI 13 OTTOBRE 2014 LUNEDI', MERCOLEDI' E VENERDI' 16,00-19,00 SEMPRE AULA 4
Orari di ricevimento
Ulderico SANTAMARIA:
Lunedì,Mercoledì,Venerdì ore 18-19
Prossime date di Esame
    Copyright Università degli studi della Tuscia - Viterbo