X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
 

  • insegnamento Insegnamento: STORIA CONTEMPORANEA
  • Crediti: 8
  • Codice: 16273
  • Anno off. Formativa: 2015/2016
  • Corso di laurea: scienze politiche e delle relazioni internazionali (l-36) (deim)
  • Sett.Scient.: M-STO/04
  • Docente: Maurizio  RIDOLFI
Programma
Il corso si propone di fornire a un laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali (tramite i due curriculum previsti) un quadro esaustivo sulle trasformazioni politico-istituzionali, socio-economiche e comunicativo-tecnologiche nei processi storici del secolo XX, con attenzione alle radici della contemporaneità e alle sfide del XXI secolo.

Una parte del programma (20 ore), nel quadro della Cattedra Jean Monnet (anni 2014-2017) riconosciuta e sostenuta nello svolgimento delle sue attività dalla Unione Europea, approfondirà il seguente tema: "L’Europa mediterranea e l’Unione Europea".

Lo studio della storia contemporanea richiede la costruzione di un’«ossatura». Assai importanti sono quelli che si definiscono i «caratteri peculiari» di una determinata epoca: si tratta di quei fenomeni di portata generale che, con le loro specifiche dinamiche di evoluzione, ne costituiscono la «trama». La prima parte del corso mira a fornire percorsi di comprensione basati sui grandi concetti della storia del XIX e del XX secolo. La seconda parte ne illustra quindi gli snodi cruciali: vale a dire «cesure» in cui si attiva una qualche rottura con il normale fluire degli eventi e che segnano «nuovi inizi».

Parte prima: I caratteri della storia contemporanea. - I. L’età contemporanea: spazio, tempo, atmosfera. - II. La società di massa. - III. Globalizzazione dello sviluppo e delle crisi: un percorso economico. - IV. L’età delle ideologie. - V. La trasformazione della politica e le costituzioni. - VI. Religioni ed età contemporanea. - VII. Le relazioni internazionali. - VIII. I movimenti delle donne in Europa e negli Stati Uniti d’America. - IX. Mass media e politica: dal telegrafo a internet. - X. Ambiente,società e politica. XI. L’emergere dell’Asia nella storia contemporanea.

Parte seconda: Cesure e tornanti. - XII. 1789-1815. La nascita dell’età contemporanea. - XIII. 1848. Costituzione, diritti, nazionalità. - XIV. 1860. La guerra civile americana. - XV. 1870. Il nuovo equilibrio europeo. - XVI. 1898. La guerra ispano-americana e l’impero statunitense. - XVII. Fine secolo. - XVII. La Prima guerra mondiale. - XIX. 1917. Lo spartiacque della Rivoluzione bolscevica. - XX. 1929. Il grande crollo dell’economia. - XXI. 1936. La guerra civile spagnola e lo scontro tra fascismo e antifascismo. - XXII. La Seconda guerra mondiale. - XXIII. 1949. La Rivoluzione cinese. - XXIV. 1950. La guerra di Corea. - XXV. 1956. Una svolta nel XX secolo?. - XXVI. 1957. I Trattati di Roma e le origini dell’integrazione europea. - XXVII. 1960. La decolonizzazione in Africa: un processo incompiuto? - XXVIII. Gli anni Sessanta. - XXIX. 1967. La svolta della «questione mediorientale». - XXX. 1968. I giovani al potere. - XXXI. 1973. La crisi petrolifera e la fine del benessere. - XXXII. 1973. Prima e dopo il settembre cileno. - XXXIII. 1976. Dal franchismo alla democrazia: la transizione spagnola. - XXXIV. 1989. Il crollo del muro di Berlino e la fine della divisione tedesca. - XXXV. 1992. L’Europa di Maastricht. XXXVI. 2001. 11 settembre: un tornante della storia?



Testi consigliati
Il corso e preliminarmente incentrato sul volume manualistico di Stefano Cavazza e Paolo Pombeni (a cura di), Introduzione alla storia contemporanea, il Mulino, Bologna 2012, pp. 456 [ISBN: 973-3-33-23893-3].

Per gli studenti non frequentanti.
La prova d'esame è scritta, sulla base di tutto il manuale di storia (pp. 445), con un questionario composto di cinque domande con risposta "aperta" e 15 quesiti con risposta multipla.

Per gli studenti frequentanti
E' possibile svolgere una prova orale. Essa comporta la sola prima parte del manuale (fino a pagina 234), con la presentazione aggiuntiva del volume oggetto del seminario tematico sull'uso delle fonti: M. Ridolfi, La politica dei colori. Emozioni e passioni nella storia d'Italia dal Risorgimento al ventennio fascista, Le Monnier, Firenze 2014, pp. 233 (ISBN: 978-88-00-74451-5].
Sono letture facoltative, di cui si discuteranno i contenuti in sede di esame, i due volumi indicati nel campo "Propedeuticità".



Propedeuticità
Per gli studenti frequentanti, è consigliata ma non obbligatoria la lettura critica del volume di Claudio Pavone, Prima lezione di storia contemporanea, Laterza, Roma-Bari 2009, pagine 244 [ISBN: 978-88-420-7991-0]; così come la lettura del volume di Sergio Luzzatto (a cura di), Prima lezione di metodo storico, Laterza, Roma-Bari, 2010, pp. 202 [ISBN: 978-88-420-9220-9].
Della lettura o meno dei volumi si terrà conto nella discussione e nella valutazione d’esame.
Frequenza
facoltativa
Metodologia didattica
Ore Lezioni: 48
Valutazione del profitto
Prova scritta
prova orale
esercitazioni
Descrizione dei metodi di accertamento
L'accertamento di quanto acquisito dagli studenti, sia nella teoria che nella pratica, avviene attraverso numerosi incontri seminariali, anche con docenti esterni, intesi a coinvolgere gli studenti stessi in momenti di dialogo, di confronto e di approfondimento - anche tramite fonti multimediali - dei percorsi tematici trattati a lezione. Gli studenti frequentanti potranno svolgere tesine intese ad apprendere le modalità di organizzazione, stesura e scrittura di testi di comprensione delle fonti storiche; le tesine saranno oggetto di valutazione nella definizione del voto di esame.
Luogo lezioni
S. Maria in Gradi 4 Aule sotto l'Auditorium 40032
Orari delle lezioni
mercoledì, giovedì e venerdì, ore 9,15-11,00 a partire dal 9 ottobre 2013
Orari di ricevimento
Maurizio RIDOLFI:
In merito al corso di Storia della Comunicazione politica e istituzionale (LM 62), la lezione di giovedì 28 marzo 2019 in San Carlo, causa impegni sopraggiunti, non si tiene.
Prossime date di Esame
    Copyright Università degli studi della Tuscia - Viterbo