X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
 

Presentazione


Il percorso formativo del Corso di Laurea è volto all’acquisizione di competenze multidisciplinari fornendo gli strumenti storico-istituzionali, socio-politici ed economico-giuridici, per interpretare e gestire sistemi organizzativi complessi, sia nazionali che internazionali.

Il corso presenta un approccio interdisciplinare, volto allo sviluppo di capacità di programmazione e di strategie operative innovative - anche attraverso una adeguata padronanza del metodo della ricerca empirica (politologica, sociologica, statistica e quantitativa, ecc.) - adeguate all’inserimento professionale sia nel settore pubblico che privato. Il Corso privilegia inoltre un metodo comparativo nell’orizzonte europeo ed internazionale volto a coniugare al meglio le conoscenze e le abilità acquisite nell’ampio novero delle istituzioni della Comunità Europea e degli organismi sovra-nazionali.

Il Corso di laurea in Scienze organizzative e gestionali ha l'obiettivo di formare laureati con competenze rivolte alla comprensione e al governo dei processi di globalizzazione e di trasformazione socio-economica. In particolare, si forniranno agli studenti le conoscenze critiche relative alle discipline fondamentali richieste dalle amministrazioni nazionali, europee ed internazionali; così come le conoscenze e la formazione al personale addetto alle amministrazioni pubbliche e ai suoi rapporti col mondo dell'economia, con relativi strumenti di programmazione e di gestione delle amministrazioni pubbliche e private. Una particolare attenzione verrà dedicata alla formazione culturale e professionale per la conoscenza delle istituzioni dell'Unione Europea, sul piano sia politico-amministrativo che economico e monetario, dei suoi processi decisionali e di programmazione, per quanto riguarda sia i paesi europei sia i paesi ad essi associati. Un ulteriore obiettivo è quello di formare operatori rivolti alla gestione politica ed amministrativa nelle relazioni internazionali, e quindi dotati di abilità che li rendano qualificati a svolgere le attività promosse da organismi sovranazionali, come quelli facenti capo alle Nazioni Unite, nel campo in forte espansione della cooperazione.

E’ prevista la conoscenza di almeno due lingue straniere, di cui almeno una dell'Unione Europea.

In relazione a specifici obiettivi di formazione, si prevedono attività esterne, quali tirocini e stages formativi presso istituzioni pubbliche ed imprese private, enti ed amministrazioni pubbliche nazionali o internazionali.

Gli sbocchi occupazionali e le attività professionali previste dal corso di laurea investono diversi ambiti, quali imprese ed organizzazioni private nazionali e multinazionali, amministrazioni, enti, organizzazioni pubbliche nazionali, sovranazionali e internazionali, organizzazioni non governative e del terzo settore.

CONSULTARE IL SITO  S.O.G.E.

Copyright Università degli studi della Tuscia - Viterbo