X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
 

Percorso Formativo

 Il percorso degli studi è organizzato in semestri.


Gli studenti per poter iscriversi al II anno devono aver conseguito 24 CFU.

Non sono fissate propedeuticità.

L’elenco degli insegnamenti con l’indicazione dei SSD, della loro pertinenza alle attività caratterizzanti e affini e integrative, degli obiettivi specifici degli insegnamenti, dell’eventuale articolazione in moduli, dei CFU assegnati per ogni insegnamento e della ripartizione degli insegnamenti fra gli anni di durata normale del corso sono riportate nella Guida dello Studente.

Il percorso formativo prevede l’utilizzazione di diverse forme di insegnamento aventi differenti obiettivi specifici e distinto significato pedagogico.
Nel percorso sono previste:
  • lezioni frontali;
  • attività di laboratorio didattico o esercitazioni;
  • attività formative finalizzate alla acquisizione di capacità professionali specifiche, che comprendono esperienza presso laboratori di ricerca esterni, esperienze di lavoro (tirocini o stage) presso strutture pubbliche o private di servizio o di produzione;
  • attività didattiche elettive (attività formative che lo studente sceglie a completamento della propria maturazione culturale).
Per ciascuna attività formativa è previsto un accertamento finale il cui superamento permette l’acquisizione dei crediti attribuiti alla attività formativa in oggetto.

Gli accertamenti finali possono consistere in:
  •  esami di profitto;
  • prove di idoneità.
La prova finale consiste nella preparazione e discussione di una tesi elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un relatore, relativa a tematiche affrontate nel percorso didattico e con un impegno complessivo di 16 CFU.

La tesi è discussa davanti a una Commissione nominata dal Dipartimento.

Per il conseguimento della laurea magistrale lo studente dovrà superare con esito positivo la prova finale.

Il voto finale di laurea è espresso in centodecimi, con possibilità di far seguire la lode al punteggio massimo (110/110). Il punteggio minimo per il superamento dell'esame finale è 66/110. La Commissione assegnerà la votazione sulla base dei seguenti criteri:
  • media dei voti in trentesimi, ponderata con i crediti;
  • eccellenza della carriera accademica dello studente (lodi);
  • completamento degli studi entro il periodo previsto;
  • partecipazione ai programmi di mobilità studentesca internazionale;
  • qualità della tesi valutata secondo i seguenti criteri:
  1. originalità e rilevanza scientifica della tesi;
  2. rispondenza delle osservazioni sperimentali con gli obiettivi della tesi;
  3. qualità dell’esposizione;

L’assegnazione del voto finale è basata sui punteggi riportati sulla Guida dello Studente per ciascuno dei suddetti cinque criteri.
Per le attività di stage e di tirocinio lo studente potrà ottenere il riconoscimento di 4 CFU. La verifica delle attività di tirocinio e stage, anche se svolte all’estero, viene effettuata tramite la valutazione di una relazione predisposta dallo studente.
Nel percorso formativo sono inoltre previsti 8 CFU di esami a scelta.
Copyright Università degli studi della Tuscia - Viterbo