X
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
 

Presentazione del prof. Elina Filippone

Laureata in Lingue e letterature straniere moderne (persiano e arabo) all'Orientale di Napoli, ha conseguito nel 1990 il titolo di Dottore di ricerca in Studi iranici (titolo dissertazione "La strutturazione dello spazio nella lingua baloci").  Negli anni 1996-2002 ha insegnato (come professore a contratto) Filologia iranica presso la Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali della Università della Tuscia; dal 2003 è stata chiamata come Professore straordinario presso la Facoltà di Lingue e Letterature straniere moderne della stessa Università, dove è attualmente professore ordinario. E' titolare dell'insegnamento Filologia, religioni e storia dell'Iran (L-OR/14), e dall'anno accademico 2004-05 è affidataria dell'insegnamento di Lingua e traduzione persiana (L-OR/15).

Il suo principale campo di studi è la semantica lessicale e la morfosintassi delle lingue antico-, medio- e neoiraniche, con specifico interesse per problematiche di tipo cognitivistico e motivazionale, etnolinguistico e dialettologico. Ha lavorato sulla lessicologia e lessicografia baloci e su specifici campi semantici di lingue iraniche antiche e moderne.

Ha svolto ricerche nell'ambito di vari programmi di ricerca d'interesse nazionale (Etnolinguistica dell'area iranica, Etnolinguistica ed etnostoria dell'Iran e dell'Asia Centrale, Concise etymological comparative Balochi Dictionary).

Dal 2002 partecipa al progetto DARIOSH (Digital Achemenid Royal Inscriptions Open Schema Hypertext , IsIAO - Univ. Orientale - Univ. Tuscia) per la riedizione commentata e l'archiviazione digitale delle tre versioni delle iscrizioni achemenidi, nell'ambito del quale ha partecipato a missioni epigrafiche in Iran. Nel campo dell'epigrafia achemenide ha diretto tre progetti di unità locali di ricerca finanziati con fondi PRIN (2005 - Le iscrizioni achemenidi di Persepoli: analisi testuale ed edizione critica e sinottica delle versioni antico-persiana, elamica e babilonese; 2007 - Il discorso politico nello stato achemenide: studi linguistici e lessicali sulle iscrizioni trilingui persepolitane; 2009 – Strategie di produzione del testo e strategie di traduzione nell’Iran achemenide).

Copyright Università degli studi della Tuscia - Viterbo